Rana Verde Balcanica

La Rana Verde Balcanica, o Rana dei Balcani (Pelophylax kurtmuelleri), è una specie appartenente alla famiglia dei Ranidi e originaria dei paesi dell’Albania, del Montenegro (ex – Jugoslavia) e della Grecia. Questa specie è stata introdotta in Italia nel 1941, quando esemplari provenienti dall’Albania furono stati rilasciati nelle zone liguri di Imperia e dintorni. Tutt’oggi la rana Verde Balcanica è presente anche in Piemonte ed Emilia – Romagna.

Caratteristiche

La Rana dei Balcani è fisicamente molto simile alla Rana Verde Maggiore, con pelle liscia o lievemente rugosa, di colore marrone chiaro con sfumature che vanno dal verde al giallo. Il dorso e i fianchi sono costellati di numerose macchie più scure e il dorso stesso può presentare una striscia centrale più o meno marcata, solitamente di colore verde (a volte, invece, è totalmente assente). La rana Verde Balcanica ha sacchi vocali di diverse intensità di grigio. Le zampe sono fasciate perpendicolarmente da bande più scure, spesso frammentate da grosse macchie.

Il maschio dei Rana Verde Balcanica è leggermente più piccolo della femmina e durante la stagione degli amori presenta i famosi calli nuziali sul primo dito delle zampe anteriori.

Alimentazione

La Rana Verde dei Balcani si ciba di invertebrati terresti come lombrichi, aracnidi, insetti e gasteropodi e acquatici, come molluschi, crostacei e insetti d’acqua sia adulti che allo stadio larvale. Gli esemplari più grossi di Rana Verde Balcanica possono attaccare anche piccoli rettili o anfibi, addirittura della stessa specie.

Habitat

L’habitat ideale della Rana Balcanica consiste in zone paludose o canali con poca corrente. È una specie molto legata all’acqua e può essere avvistata anche in laghetti ben soleggiati e stagni ricchi di vegetazione, solitamente usata come riparo.

La Rana Verde dei Balcani è una specie prettamente diurna, attiva di giorno.