Phrynohyas Resinifictrix

Cura, allevamento e riproduzione della rana Phrynohyas Resinifictrix (Milk Frog).

Caratteristiche

La Phrynohyas Resinifictrix, originaria delle foreste del Sud America, è una rana arboricola di medie dimensioni (10 cm le femmine e 6 cm i maschi), avente una particolare colorazione bianco latte con striature nere – marroni che le ha conferito il nomignolo Milk Frog. La pancia e la parte inferiore delle zampe è di un blu chiarissimo e gli occhi sono decorati da una croce nera. Le zampe sono dotate di potenti ventosi che garantiscono alla rana una salda presa sui rami e piante.

Considerata una delle specie più affascinanti e quindi allevate, la Milk Frog è attiva prevalentemente la notte, zampettando e saltando di albero in albero e riposandosi sulle ampie foglie delle piante. La Phrynohyas Resinifictrix si ciba quindi strettamente di notte: raramente si fa vedere il giorno. Il suo temperamento curioso e molto attivo la rende una vera fuggitiva, cercando sempre di scappare dal terrario. In cattività vive mediamente 7/8 anni.

Terrario

Il terrario perfetto per la Milk Frog è arredato con numerosi appigli, rami, tronchi e ripiani sui quali la rana può arrampicarsi e sostare. Il substrato (di 8 cm) deve essere formato da un composto di torba, corteccia e muschio, in grado di mantenere l’umidità: è pur sempre una rana originaria delle zone pluviali. Noci di cocco tagliate a metà, cortecce e sassi sono ottimi per fornire alla Phrynohyas Resinifictrix dei sicuri nascondigli. Per la vegetazione, si consigliano piante a foglia molto larga, come il photos. La parte acquatica del terrario, seppur necessaria, dovrà essere poco profonda, in quando questa rana non è un’abile nuotatrice e ama immergersi nell’acqua solo fino alla testa. L’illuminazione può essere fornita con una lampada UVB 2-5%, protetta da apposita griglia per evitare ustioni.

Temperatura

Le temperature perfette per la Phrynohyas Resinifictrix non devono mai superare i 28° C e scendere al di sotto dei 20° C. L’umidità, che può essere facilitata con l’introduzione di un gran numero (ma non troppe) di piante vere, deve essere piuttosto alta (circa 80%).

Alimentazione

La Milk Frog si ciba di micro grilli e altri piccoli insetti da pasto, talvolta camole del miele delle giuste dimensioni. È una rana molto vorace e robusta, ma non bisogna eccedere con il cibo perché può riscontrare problemi epatici e ingrassare molto. L’alimentazione va integrata con vitamina D3 e polvere di calcio una o due volte la settimana.

Riproduzione

La riproduzione della Phrynohyas Resinifictrix è piuttosto difficile in cattività, per questo è necessaria grande esperienza nel campo.

Per indurre la coppia all’accoppiamento bisogna diminuire l’umidità per qualche settimana, per poi aumentarla drasticamente. La temperature deve stare tra i 23 e i 26° C.

L’accoppiamento avviene solitamente la notte: il maschio afferra la femmina sotto le spalle, rimanendo in questa posizione per lungo tempo e ripetendo l’azione anche per alcuni giorni. Dopo l’amplesso, le uova verranno deposte in acqua. Solitamente vengono deposte dalle 100 alle 200 uova. È meglio inserire le uova in un acquario con acqua alla temperature di 23° C. Le uova si schiudono nell’arco di 24 ore e i girini inizieranno a nuotare liberamente dopo 48 ore dalla schiusa. I girini di Milk Frog non sono cannibali e presentano branchie esterne. Possono essere nutriti con cibo a scaglie per pesci tropicali.

La metamorfosi avviene in 3 – 5 settimane dopodiché, i giovani di Milk Frog vanno trasferiti in un apposito terrario con poca acqua sul fondo e una parte emersa, finché la metamorfosi non sarà completata del tutto.

I giovani metamorfosati vengono nutriti con drosofile per poi passare a microgrilli.

La Phrynohyas Resinifictrix non è elencata nel CITES perciò è in libera vendita.