Bombina Variegata

Cura, allevamento e riproduzione della rana Bombina Variegata.

Caratteristiche

La Bombina Variegata, conosciuta anche come Ululone dal ventre giallo per la sua particolare colorazione gialla del ventre, è una diffusa in tutta Europa e presente anche in Italia.

È un anfibio prevalentemente acquatico e, viste le zone di provenienza, molto resistente alle temperature rigide.

L’allevamento della Bombina Variegata si sta largamente diffondendo tra gli appassionati di rane e anfibi, per il suo aspetto simpatico e attivo nonché, specialmente, per la sua facile cura e gestione, che la rendono un anfibio adatto anche ai neofiti.

Terrario

Essendo una rana che passa maggior parte della sua vita nell’acqua, nascosta tra la densa vegetazione, ha bisogno di un acquaterrario ben capiente, in modo da ospitare sia una larga zona acquatica per il nuoto, che una zona terrestre con diversi nascondigli e ripari.

La parte acquatica deve essere abbastanza profonda da facilitare il movimento della rana: 7 – 10 cm di acqua sono sufficienti per una bella nuotata. L’acqua deve essere pulita e priva di metalli nocivi come il cloro. È preferibile un’acqua ferma, o con poca corrente. Per mantenere un corretto igiene, si possono utilizzare piccoli filtri (la potenza poi varierà anche in base al vostro acquaterrario e al volume di acqua contenuto) che creano poca turbolenza ma aiutano ad eliminare le sostanze di scarto come escrementi e cibo.

Per la parte emersa, si prediligono terricci come sfagno o fibra di cocco, sostituibili da cortecce, muschio ben sterilizzato e rocce. L’arredamento deve essere robusto, con piante resistenti in quanto la Bombina è una rana molto agile e vivace, numerosi nascondigli e pietre ben disposte da evitare pericoli per l’anfibio. Evitate la ghiaia, soprattutto se troppo piccola: durante i pasti, la rana, essendo una specie molto ghiotta, può ingerirla, rischiando complicazioni serie.

La Bombina Variegata è una specie molto sociale. Tenete sempre minimo 2 – 3 esemplari per evitare che la vostra rana soffra di solitudine.

Temperatura

La temperatura ideale sarebbe di 22 – 26 °C, anche se la Bombina tollera un ampio range di temperature, purchè non superiori ai 28 °C. La sera è buona cosa diminuire un poco la temperatura presente nell’acquaterrario. Il riscaldamento si può effettuare con un termostato adatto all’immersione, o con una lampadina ad incandescenza che irradia verso la zona emersa, dove la rana potrà andare a scaldarsi e riposare, per alternare sua la vita acquatica a quella terrestre. Il fotoperiodo ideale è di 12 ore, e non è necessaria una fonte artificiale di UVA/UVB. Se si desidera allestire la vasca con piante vere, bisognerà utilizzare una lampada appropriata.

Alimentazione

Questa rana caccia principalmente sulla terra ferma e si ciba esclusivamente di cibo vivo. Si possono offrire grilli, tarme della farina e camole del miele (queste sporadicamente in quanto, essendo molto grasse, non gioverebbero alla salute della vostra rana se date troppo spesso), di grandezza idonea alla sua taglia. Essendo una rana molto sociale, è molto facile che la Bombina mangerà direttamente il cibo dalle vostre mani o dalle pinzette. È buona cosa spolverare sempre il cibo di integratori alimentari contenenti calcio e vitamina D3, che favoriscono una corretta crescita della Bombina. Il cibo va nutrito con alimenti ricchi di beta-carotene e altre vitamine che garantiranno il giallo acceso del ventre della rana. I giovani di Bombina Variegata vanno nutriti tutti i giorni, riducendo la somministrazione di cibo man mano che gli esemplari crescono, fino a ogni 2 – 3 giorni.

Riproduzione

La maturità sessuale arriva intorno all’anno d’età. Se volete riprodurre la vostra Bombina, bisogna indurla alla brumazione. Ciò consiste nell’abbassare lentamente la temperatura fino a 10 °C, nella stagione invernale, e mantenere questa condizione ambientale per 6 – 8 settimane. Le femmine producono circa 300 uova, che nasconderanno sott’acqua, tra le rocce, la vegetazione e l’arredamento dell’acquaterrario. Le uova si schiuderanno in circa una settimana. I girini sono onnivori e impiegheranno dalle 4 alle 8 settimane per completare la metamorfosi.

La Bombina Variegata non è elencata nel CITES, perciò è in libera vendita.