Litoria Caerulea

Cura, allevamento e riproduzione della rana Litoria Caerulea.

Caratteristiche

Detta anche Raganella di White, la Litoria Caerulea è una grossa raganella originaria dell’Australia e dell’Indonesia, appartenente alla famiglia delle Hylidae. Il nome “caerulea” significa blu, a indicare la particolare colorazione verde azzurrognola della pelle, piuttosto rara e ambita. Generalmente la Litoria Caerulea ha pelle verde, con grossi cuscinetti di grasso che le donano l’aspetto di un piccolo Buddha. Sopra il timpano vi è una grossa ghiandola che in certi casi si estende addirittura sopra gli occhi, più evidente nei soggetti Indonesiani che in quelli australiani. La pelle della L. Caerulea è liscia e spessa, dando alla rana una maggior resistenza alla disidratazione e alla nostra manipolazione. È un anfibio arboricolo e notturno: la notte è attiva a va a caccia di prede, mentre il giorno dorme nascosta tra i rami e i fogliame.

La Litoria Caerulea raggiunge notevoli dimensioni, 12 – 14 cm e la vita media in cattività è anche di 10 anni. La maturità sessuale viene raggiunta intorno all’anno di vita: sia i maschi che le femmine emettono simpatici borbottii ma i maschi sono generalmente più canterini. Le femmine di Litoria sono più grosse e robuste. Nella stagione degli amori i maschi presentano i calli nuziali di color nero sugli avambracci.

Terrario

Il terrario deve essere sviluppato in altezza, ricco di rami, arbusti con foglie molto resistenti, tronchi e canne di bamboo sui quali la L. Caerulea po’ arrampicarsi e riposare. Ama passare la maggior parte del tempo nella parte alta del terrario e odia i ristagni dell’aria. Sarà necessaria pertanto un’abbondante areazione, favorita da un coperchio composto per metà da rete e numerosi fori di areazione. Una zona acquatica sarà comunque necessaria e potrà essere ricreata inserendo una vaschetta di acqua pulita e non troppo profonda o, in terrari abbastanza grandi, costruire un vero e proprio “laghetto”, isolando una parte di terrario con una lastra di vetro attaccata alla base del terrario stesso e completata con un piccolo filtro per acquari in modo da garantire un circolo dell’acqua. La zona di terra è costituita da uno strato di 4 cm di argilla espansa coperto da uno strato di 6 – 10 cm di torba. La Litoria Caerulea è una rana piuttosto pesante e attiva, maggiormente di notte, perciò le piante devono essere molto robuste e forti, come ad esempio la yucca. Da sconsigliarsi piante come il photos: la Litoria lo distruggerebbe in breve tempo. L’arredamento dovrà favorire diversi appigli alla Litoria Caerulea, ma non dovrà essere eccessivo per non impedirle il movimento. Per completare il tutto, diverse terrazze ottenute con corteccia, sughero o pezzi di noci di cocco saranno molto gradite. Durante la notte questa raganella si scatena, divertendosi ad arrampicarsi ovunque le capita e distruggendo rametti o ripiani troppo fragili per sostenerla. Sarà necessario quindi disporre di un arredamento robusto e fissare per bene i rami e i fusti, incastrandoli agli angoli del terrario in modo da formare delle diagonali.

Il terrario di una L. Caerulea necessita di continua manutenzione, anche perché questa ranocchia emette un gran numero di feci e, per evitare l’insorgenza di muffe e malattie, è necessaria una costante pulizia, rimuovendo le feci e gli avanzi di cibo, qualora ce ne fossero. I vetri vanno puliti spesso (ogni due settimane) a causa del muco che la Litoria emette per tenersi salda alle pareti.

Temperatura

La Litoria Caerulea ama temperature piuttosto elevate (25 – 29° C) e per questo sarà necessario utilizzare fonti di riscaldamento come piastre o cavetti riscaldanti. Sarà inoltre necessaria una fonte di illuminazione apposita per la vegetazione.

Vaporizzare il terrario con acqua tiepida alla sera per mantenere l’umidità, a causa della dispersione di quest’ultima dovuta alle griglie di areazione e alle lampade.

Alimentazione

Essendo una rana molto vorace, la Litoria Caerulea mangia parecchio e cresce rapidamente. La dieta deve comprende grilli, camole del miele sporadicamente perché molto grasse e tarme della farina. Le prede devono comunque essere della grandezza adeguata alla rana, benchè la Litoria è in grado di mangiare prede molto grosse. I giovani che misurano 3 cm di lunghezza possono essere nutriti con piccoli grilli quotidianamente. Gli esemplari fino a 8 cm devono essere nutriti a giorni alterni e sempre a sazietà. Per gli adulti è sufficiente una somministrazione di cibo due volte alla settimana. È buona cosa fornire almeno una volta alla settimana del cibo spolverato con polvere di calcio per favorire la corretta crescita dell’apparato scheletrico della nostra Litoria Caerulea.

Riproduzione

Se volete riprodurre la Litoria Caerulea bisogna utilizzare esemplari di almeno due anni e in ottime condizioni di salute.

La coppia di Litoria Caerulea deve essere tenuta in letargo per due mesi al buio, a temperature che vanno dai 15 ai 17° C. In seguito, le temperature dovranno essere gradualmente alzate fino ai 25° C e si incomincerà a nutrire copiosamente gli esemplari per prepararli alla riproduzione. La somministrazione di cibo dovrà avvenire ogni giorno per almeno 3 settimane. Dopo questo periodo si può cominciare a preparare il terrario. La coppia di L. Caerulea dovrà essere stabulata in una vasca apposita per simulare la stagione delle piogge: la vasca, di almeno 70 lt, deve avere un apposito filtro per il ricambio dell’acqua con un tubo ricco di fori per ricreare una pioggerellina. L’arredamento della vasca può essere costituito da piante acquatiche, sughero e cortecce galleggianti. Le uova vengono deposte solitamente entro 5 giorni dalla posa della vasca dopodiché il filtro dovrà essere rimosso e la coppia potrà essere riposta nel terrario abituale. Le uova si schiudono nel giro di 26 – 36 ore. I girini vanno trasferiti in un acquario capiente e nutriti con cibo per avannotti e per pesci d’acquario. Dopo quattro settimane i piccoli neo metamorfosati sono pronti ad uscire dall’acqua e vanno trasferiti in un recipiente con poca acqua, per evitare l’annegamento. I piccoli di Litoria Caerulea possono essere nutriti con micro grilli.

La Litoria Caerulea non è elencata nel CITES e perciò è in libera vendita.