Kassina Senegalensis

Cura, allevamento e riproduzione della rana Kassina Senegalensis. 

Caratteristiche

La Kassina Senegalensis è una rana africana, originaria delle praterie del Senegal, diffusa nell’Africa Occidentale e nelle zone al sud del deserto del Sahara. Ama le zone calde e umide, ma necessita anche di periodi di siccità. È una rana di medie dimensione, che va dai 25 ai 40 mm, a volte raggiungendo anche i 50 mm. La pelle è di color sabbia, con tre strisce marroni sul dorso, e gli occhi sono grandi con pupille verticali. Le zampe sono brevi ed esili, non palmate, con piccole ventose sulle dita che non garantiscono una grande presa sulle pareti. La Kassina Senegalensis non è una grande nuotatrice. I maschi hanno la gola scura dotata di un evidente sacco vocale grigiastro che, durante la stagione degli accoppiamenti, si gonfia emettendo un suono tipico che ricorda lo scoppio di una bolla.

La Kassina Senegalensis è una rana con abitudini prettamente notturne: ama rimanere nascosta sotto il muschio o nel fango, e molto difficilmente è visibile di giorno. Durante la notte, la Kassina esce alla caccia di cibo, preferendo camminare piuttosto che saltare o arrampicarsi, mentre durante la stagione delle piogge si presenta più attiva, cibandosi copiosamente per prepararsi alla riproduzione.

Terrario

La K. Senegalensis adora piccoli periodi di siccità e intensi periodi piovosi. Il substrato sarà composto da torba, corteccia e muschio, cosparso da un velo di sabbia. In alternativa, è possibile ricreare una piccola zona sabbiosa. La sabbia agevolerà la Kassina Senegalensis nello scavo di piccoli nascondigli. Ripari perfetti possono essere ricreati con l’inserimento di rami, corteccia, muschio, tronchi e piante a foglia larga tipo Phylodendrum. Il terrario, comunque, dovrà essere abbastanza spazioso, nonostante la Kassina non sia una gran arrampicatrice. Una vaschetta d’acqua sarà necessaria solamente nel periodo riproduttivo.

Temperatura

La Kassina Senegalensis è una rana che ama temperature che si aggirano intorno ai 24 – 28° C nel periodo estivo, mentre in inverno le temperature scenderanno fino ai 18 – 22° C. Per mantenere costante la temperatura sarà necessaria una lampada riscaldante a basso voltaggio. Durante il periodo secco le escursioni termiche dovranno essere più marcate. La terra non dovrà mai essere del tutto asciutta, nemmeno durante il letargo.

Alimentazione

È una rana assai vorace. L’alimentazione della K. Senegalensis si basa su grilli e tarme della farina, cavallette, camole del miele e lombrichi.

Riproduzione

Durante la stagione riproduttiva la femmina di Kassina si gonfia, piena di uova pronte per essere deposte. Le rane dovranno uscire da un periodo di intensa alimentazione durato due settimane. La vaschetta, detta camera della pioggia, deve essere abbastanza ampia da accogliere la coppia di rane. I maschi di Kassina Senegalensis sono molto competitivi e si sfidano tra loro cantando, al fine di conquistare la femmina. Dopo l’accoppiamento, le uova vengono deposte nella vaschetta, dove dovranno rimanere fino alla schiusa (solitamente dopo 5 – 6 giorni). I girini possono essere nutriti con cibo fine per avannotti. La metamorfosi si completa in massimo 90 giorni, dopodiché, i neo metamorfosati potranno essere nutriti con drosofile e micro grilli.

La Kassina Senegalensis non è elencata nel CITES, perciò è in libera vendita.